Esperti su Science, puntare su più vaccini anti Covid-19

'Serve collaborazione senza precedenti', tra loro Fauci

Redazione ANSA

Strategie diversificate per sviluppare piu' vaccini contro il virus SarsCoV2 e una stretta collaborazione fra pubblico e privato. E' la strada indicata su Science dai super esperti americani Anthony Fauci, della task force sul coronavirus del presidente Trump, John R. Mascola, direttore del Centro di ricerca sui vaccini dell'Istituto nazionale per le malattie infettive (Niaid), Larry Corey del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, e Francis Collins, a capo dei National Institutes of Health (Nih).

"C'e' un bisogno senza precedenti di produrre e distribuire un vaccino sufficientemente sicuro ed efficace per immunizzare un numero straordinariamente grande di individui", scrivono gli autori dell'articolo. "La richiesta globale di un vaccino e l'ampia diversita' geografica della pandemia richiede piu' di un approccio vaccinale efficace", considerando oltretutto che non e' ancora chiaro cosa determini una protezione immunitaria davvero efficace e duratura.

Per affrontare questa sfida, secondo gli esperti, serve una collaborazione senza precedenti tra governi, industria e mondo della ricerca. Un esempio viene dalla partnership pubblico-privata Activ (Accelerating COVID19 Therapeutic Interventions and Vaccines), lanciata negli Stati Uniti dagli Nih con altre agenzie e dipartimenti governativi, oltre che esponenti delle universita', delle organizzazioni filantropiche e piu' di 15 aziende biofarmaceutiche.

Oltre a proporre precise strategie per armonizzare i test clinici dei vaccini, i quattro super esperti sottolineano inoltre la necessita' di finanziare le infrastrutture per la produzione dei vaccini ed evidenziano possibili difficolta' nella loro distribuzione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA